GIOVANI PER LA RIVOLUZIONE CIVILE

Questa sera, una splendida interpretazione satirica a Ballarò imitava Silvio Berlusconi e affermava: “Mussolini, Balotelli, Imu, ho adottato un cane e sono di nuovo sulla cresta dell’ onda, che bello questo paese!”. Ancora una volta, dietro la satira, si cela una drammatica verità.
Volendo tornare ad affrontare invece la questione “campagna elettorale” in maniera seria, non posso fare a meno di citare uno splendido articolo uscito su l’ espresso dalla penna di Esposito che sottolinea come tutta la campagna elettorale italiana si stia giocando sull’Imu, ovvero sulla tassa delle casa di proprietà, dimenticando, ancora una volta, i problemi di una intera generazione, la mia, che oramai ritiene impossibile persino permettersi una stanza in affitto con altri coetanei.
I dati che emergono sono agghiaccianti. Con una disoccupazione che vola al 38%, un giovane su tre senza lavoro e, di quelli che un lavoro lo hanno, su cento, solo 28 hanno un impiego stabile. La verità è che la tanto invocata flessibilità non ha neanche contribuito a farci crescere, ha anzi alimentato i processi recessivi. In questo senso la riforma Fornero è stata l’ultimo devastante attacco al mondo del lavoro. Di questo, ma di molto altro ancora per la verità, si è parlato ad un dibattito pubblico dal titolo:
GIOVANI E LAVORO
- LE PROPOSTE DELLA SINISTRA ALTERNATIVA
- COS’E’ RIVOLUZIONE CIVILE?

Presso il circolo “Città futura” di Agliana (PT) – zona Spedalino – in via don Milani, abbiamo svolto un dibattito sulla nuova lista “Rivoluzione Civile” di Antonio Ingroia, sulle ruolo dei giovani e la presentazione dei punti programmatici della lista.
L’ incontro, moderato da Leonardo Soldati, ha visto gli interventi di
* Simone Oggionni (portavoce nazionale Giovani Comunisti)
* Mattia Nesti (coordinatore provinciale Giovani Comunisti)
* Daniela Sgambellone (candidata alla Camera dei Deputati per “Rivoluzione Civile”)
* Filippo Giorgi (coordinatore provinciale giovani IDV)

cui è seguito  apericena e CONCERTO CON KEBABEATERS
Vi devo confessare che gli interventi dei giovani relatori, sono stati spesso di gran lunga superiori, per qualità e prospettiva, a quelli dei politici navigati che in queste settimane guardiamo in tv, più interessati ai temi delle alleanze che non alla illustrazione dei programmi. Politiche giovanili, ma anche fiscal compact, spending review, lavoro, stato sociale, diritti, giustizia, istruzione, casta. Questi gli argomenti trattati, con serietà, competenza, al netto di ogni demagogia.Presto una nuova generazione si riapproprierà del presente e porrà le basi per un nuovo futuro. Il vento non si ferma con le mani.

Questa voce è stata pubblicata in moda e tendenze e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a GIOVANI PER LA RIVOLUZIONE CIVILE

  1. Simone Oggionni scrive:

    Grazie Daniela, la più brava sei stata tu! Sono felice di averti conosciuto ed onorato di avere fatto un piccolo pezzo di campagna elettorale con te! un abbraccio e a presto, Simone

  2. Daniela scrive:

    :) che sia l’ inizio di un lungo cammino…Il Paese ne ha bisogno, la nostra generazione ancor di più. Riprendiamoci il futuro!ti abbraccio

  3. Hosting scrive:

    La piattaforma ideologica di Rivoluzione Civile si ispirava a politiche anti-corruzione , comunismo , e ambientalismo .

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>