Dentro l’ Italia dei Valori…

Giovedì 24 maggio presso la biblioteca delle oblate ho avuto l’ onore di presentare il libro di Luca De Carolis dal titolo “dentro l’ Italia dei valori”. Un importante appuntamento con la cultura che ha visto tra i relatori, oltre all’ autore, Luca de Carolis, Leoluca Orlando portavoce dell’ idv, Fabio Evangelisti, segretario idv Toscana, e Luca Telese, firma di punta del fatto quotidiano.
Ho accennato al libro parlando di “appuntamento con la cultura”:ecco, la biblioteca delle oblate rappresenta, a Firenze, proprio una delle location privilegiate della cultura. In queste sale, in mezzo al sapere, scrittori, giornalisti, cittadini, discutono, si scambiano opinioni, dibattono. Vi è addirittura un apposita sezione dedicata ai bambini, un modo per avvicinarli al mondo del libro, alla fantasia, all’ interazione, tutte cose che la società dei video games e del figlio unico purtroppo non agevola.

Ma può, la presentazione di un libro incentrato su un partito politico, definirsi propriamente appuntamento con la cultura? beh, su questo mi sono interrogata parecchio e dopo averlo letto mi sento di poter affermare di si. Perchè il libro “dentro l italia dei valori”, attraverso la storia del partito, dalle sue origini ai giorni nostri, ci racconta uno spaccato della storia d Italia e lo fa in modo preciso, dettagliato, citando fonti e documenti. Una sorta di excursus dei fatti più salienti della storia d’ Italia insomma.

Sono stata felice ed orgogliosa di questa presentazione toscana perche la Toscana rappresenta appunto l inizio della storia dell Italia dei valori: a Sansepolcro infatti, il 21 marzo del 1998, primo giorno di primavera, nasce l’ Italia dei valori, all’ hotel borgo palace, dopo un convegno durato due giorni.
Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata, ed anche tanta, ed oggi, a 13 anni di distanza, la Toscana rappresenta una delle punte di diamante del partito, con ben 2 assessori regionali, 5 consiglieri regionali, un parlamentare alla camera, un rappresentante al senato
Uno al parlamento europeo.
Alcune delle persone che erano presenti alla serata rappresentano la storia dell’ Italia dei valori, c’ erano fin dall’ inizio, altri rappresentano delle felici new entry. E le parole di Telese sull’ argomento non possono che riempirmi di gioia:“Idv nel lungo periodo ha dimostrato la coerenza. La politica si vede nel lungo periodo e la buona politica è fatta di coerenza”. De Carolis ha ricostruito la storia del partito scolpendone i tratti peculiari dei protagonisti, cercando l’istinto, la passione, le idee che hanno fatto la storia di Idv, senza mai abbandonare il piglio critico e lo spirito analitico e documentato del giornalista vero.
Orlando, uno dei nomi storici del Partito, ha definito l’ Italia dei Valori come un pendolo che oscilla tra la sua vocazione movimentista e il suo ruolo di Partito moderno, affermando che le sfide di domani potrà affrontarle, e vincerle, se sarà capace di non disperdere questa sua peculiare identità e, al tempo, di diversificare e allargare, il raggio della sua azione politica.
Per lui Idv non è soltanto pane e berlusconismo, anzi, essere antiberlusconisti significa anzitutto immaginare un post-Berlusconi, una “terza repubblica” e questo Italia dei Valori sta già effettuando, lo testimoniano le esperienze di Governo a livello locale, come in Toscana. Come ha concluso Evangelisti Italia dei Valori significa battaglie civili e un programma di governo articolato e capace di guardare al futuro, al dopo Caimano: l’ambiente, il lavoro, la cultura, ma anche la grande sfida referendaria del nucleare e del legittimo impedimento.
Una bella serata, conclusasi con un apericena all’ultimo piano delle oblate, con la splendida cupola fiorentina ad un passo da noi ed una luna che invita a pensare che i sogni, se lo vogliamo, si possono realizzare…

Questa voce è stata pubblicata in moda e tendenze. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>