COSA VI STATE PERDENDO. RESOCONTO STENOGRAFICO IN CORSO DI SEDUTA

Buongiorno popolo delle ferie del solleone. Per molti di voi questa domenica è quella del rientro dalle vacanze e domani, il suono conosciuto e familiare del cartellino da timbrare prenderà il posto delle hit che vi siete sparati a palla nelle disco più belle d’ Italia o nelle radioline che vi portavate al mare. Che siate partiti per ferie di relax o per godervela da mattino a sera, una cosa è certa: i vostri aggiornamenti su quanto accade nello scenario politico italiano sono rimasti fermi di almeno una settimana, ed il rischio di rientrare e subire il trauma del “ tutto questo quando è accaduto?” è un trauma che voglio risparmiarvi, dunque, ecco in poche righe un riassuntino che vi permetterà, domattina, di fare una bella figura col capo, dimostrando che, anche in vacanza, avete sempre la situazione sotto controllo.
Allora, partiamo da ROBERTO CALDEROLI, vicepresidente del Senato, Lega Nord. Come ricorderete aveva offeso pesantemente la Ministra Kyenge con le seguenti affermazioni:«Ogni tanto smanettando con internet vedo le foto del governo italiano, e cazzo, quando viene fuori la Kyenge resto secco. Io sono un amante degli animali, ho avuto tigri, orsi, le scimmie e tutto il resto, pure i lupi c’ho avuto. Ma quando vedo le immagini della Kyenge con le sembianze di un orango io resto sconvolto, non c’è niente da fare».
Vi farà dunque piacere sapere che nei giorni scorsi si è, a suo modo, giustificato: «Dimettermi? Da cosa? Stiamo scherzando?! Non ci penso proprio. La mia era una battuta nei termini della simpatia… Io ho una mia forma mentis: quando conosco una persona, faccio paragoni estetici con un animale. Guardo Letta e penso a un airone, che con le zampe lunghe riesce a vivere nella palude… Vedo Alfano come una rana, che salta di foglia in foglia. La Cancellieri? Un San Bernardo, sì, sempre pacioso, ma quando vuole riesce a mordere. Poi c’è la De Girolamo, una gallina ovaiola».
E a proposito di tolleranza e integrazione, in questa settimana è accaduto purtroppo un fatto drammatico, un ragazzino omosessuale si è suicidato per le pesanti vessazioni che era costretto a subire. Un tema spinoso quello dell’ omofobia, sul quale però PDL e Lega si sono espressi in modo chiaro:
GIANLUCA BUONANNO, Lega: «A Montecitorio c’è la lobby dei sodomiti, rappresentata da Sel: Sodomia e libertà».
CARLO GIOVANARDI, Pdl: «Unioni gay? Totalmente in disaccordo. Sono ancora più liberale, la mia proposta non vuole dare diritti legati solo a rapporti affettivi, bensì a due sorelle, fratelli, vedove, la perpetua col prete, i memores domini».
Continuano i problemi in casa PD, dove il “tutti contro tutti” è diventato lo sport nazionale. MATTEO ORFINI ha dichiarato «Non ho problemi a confermare che molti miei colleghi sono degli sciacalli, ma non ho mai detto che Gentiloni è una merda!».
Robe che nemmeno all’ asilo, mentre, sempre utilizzando paragoni animaleschi, MATTEO RENZI, sindaco di Firenze, «Signori, conosco il giochino: i capicorrente romani prediligono lo sport del tiro al piccione. E io sinceramente non ho molta voglia di fare il piccione». A questo punto al premier Letta non è rimasto che provare a rinsaldare le fila, con un altra metafora animalesca:« Dobbiamo fare come il piccolo pesciolino Nemo: se tutti spingono nella stessa direzione succede il miracolo e la rete si libera».Ad oggi, tuttavia, la rete non si è rotta, ma confidiamo accada questa settimana, magari al meeting di comunione e Liberazione, del quale vi dirò a breve, dopo avervi raccontato cosa accade in casa pdl.

Dopo la condanna di Silvio i falchi e le colombe (solo due citazioni, vi prego! GIANCARLO GALAN, Pdl: “D’ora in avanti non ci saranno più falchi né colombe. Saremo tutti uguali. Bisognerà solo stare attenti agli uccelli paduli. Però a quel tipo di uccelli siamo pronti a sparare». MARIASTELLA GELMINI: «In effetti senza Berlusconi siamo falchi e colombe allo spiedo») si sono stretti attorno al loro capo, elaborando fini strategie per ottenere un salvacondotto. Si tratta di manovre politiche cosi tecniche, elaborate e congeniate, da far impallidire i piu fini statisti. Nonostante il mio basso profilo proverò a riassumere. In sostanza: 1) minacciano la crisi di governo e il ritorno alle urne. 2)fanno volare, nella giornata di ferragosto, degli aerei con su scritto: forza Italia, forza Silvio. Geniale, non trovate? Secondo me la strategia, anche per la sua “originalità”, risulterà vincente. L’ avesse fatto Morsi in Egitto, a quest’ ora si sarebbe scampata la guerra civile, sicuro. Ma, se anche per Silvio finisse male, grazie a questo rilancio, non ci sarebbero problemi a destra, come sottolinea MICHAELA BIANCOFIORE, sottosegretario Pdl: «Il Popolo della Libertà rilanciato da Berlusconi è così forte che potrebbe candidare e fare eleggere pure una capra». La gentildonna poi, resasi conto della gaffe, rettifica:«Marina Berlusconi è una manager straordinaria: si è sporcata le scarpe in azienda, ha messo olio di gomito, è donna, e “donna” significa “vincente”. Non è facile trovare una donna che mette le mani nella marmellata…».

Eh, già, le mani nella marmellata. Al momento, a quanto pare, ce le hanno tutti, visto e considerato che, sebbene simulino una guerra all’ ultimo ombrellone, in realtà sono stretti in un abbraccio mortale (per il Paese) al governo. Ed infatti destra e sinistra anche oggi saranno fianco a fianco all’ evento dell’ estate: il meeting di Comunione e liberazione. I marchettari opportunisti di tutt’ Italia saranno li…Sono in sostanza quelli che l’ anno scorso plaudivano al governo tecnico, oggi a quello delle grandi intese. Un appuntamento da non perdere: pomeriggio verrà trasmessa una videointervista con il Presidente della Repubblica Napolitano, quindi il premier Enrico Letta porterà i suoi ossequiosi saluti. L’intero festival proverà a promuovere l’alleanza tra Pd e Pdl:Cancellieri, Delrio, Giovannini, Zanonato, molti i ministri sul palco. Oh cittadino che sei al tuo ultimo giorno di sole, che fai, non vai?
io non posso, sorry, che gli anti emetici li ho finiti dopo l aereo “Forza Silvio, forza Italia” e i volantini pd un tanto al chilo sulle spiagge viareggine…Saluti dalla piscinetta gonfiabile di casa, che qui, sono sicura, aerei non ne passano, e meeting non ce ne sono!

Questa voce è stata pubblicata in moda e tendenze e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>